Civitanova, il “Cantastorie” a scuola per raccontare le sue fiabe.

Francesco, un ragazzo “speciale” , ha presentato i suoi volumi di fiabe illustrati agli alunni delle scuole civitanovesi ed interpretato le storie di persona, disegnando in tempo reale al computer i personaggi delle sue storie, facendoli apparire come per magia sulla lavagna interattiva multimediale.

L’iniziativa, denominata “Il Cantastorie”, è stata organizzata dall’Assessorato ai Servizi Educativi Formativi del Comune, coinvolgendo i dirigenti scolastici dei quattro istituti comprensivi cittadini (Via Tacito, primaria 3^B di Santa Maria Apparente; via Bassi 2^ A. Garibaldi; via R. Elena 3^B Alighieri; S. Agostino 3^ Morvillo) è stata pensata e costruita insieme al centro per ragazzi autistici “Casadasè” di Firenze, con cui l’assessorato è in contatto da mesi per confrontarsi su servizi e iniziative da portare anche nella nostra città. 

Il progetto si inserisce all’interno delle attività pensate per la Giornata mondiale della disabilità, insieme a “Tutti diversamente in gioco”, evento per grandi e piccoli svoltosi in città domenica 2 dicembre e organizzato con la collaborazione del Paolo Ricci.

“Il progetto – spiega l’assessore all’Istruzione e alle Politiche sociali Barbara Capponi – è riuscito a fare vera inclusione, a sensibilizzare i piccoli e a far comprendere come ciascuno abbia i propri talenti, con uno strumento semplice ma al contempo divertente e affascinante. Francesco ha il dono straordinario di sapere essere un grande artista in molteplici vesti, come quella di narratore, di illustratore e di attore.  

Collaborando con gli istituti comprensivi, il progetto non si esaurisce in un’oretta allegra, ma c’è un lavoro di sensibilizzazione che parte da questo e continua con gli insegnanti”.

Alla scuola sono stati donati i libri di favole raccontate e disegnate da Francesco. Le famiglie sono state coinvolte dagli insegnanti referenti.

“Ci sono state risposte entusiaste da parte dei bambini –  continua l’assessore Capponi – che hanno seguito con interesse il nostro cantastorie, interagendo con lui con richieste, canzoncine, disegni e doni rendendo questa esperienza indimenticabile per tutti noi: essa ci apre a future collaborazioni e idee”.

Nella foto il cantastorie Francesco Salvadori insieme all’assessore Barbara Capponi e al personale degli uffici comunali e del Paolo Ricci che hanno collaborato alla realizzazione degli eventi