CARTA DEI SERVIZI

Indice

I valori etici di riferimento

La mission

Il Centro Casadasè

I destinatari del servizio

Il progetto del Centro Casadasè

L’approccio metodologico e le aree di intervento

I servizi offerti

I criteri di accesso

Organigramma del Centro Casadasè

Dove siamo

Contatti

 

I valori etici di riferimento

 

Uguaglianza e imparzialità

L’Associazione si impegna a garantire parità di trattamento nella fornitura dei servizi, senza alcuna discriminazione o distinzione di sesso, razza, lingua, religione ed opinioni politiche.

L’Associazione si impegna a garantire, a chiunque ne faccia richiesta, i propri servizi in base a criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità.

Sono fatti salvi i criteri di accesso come descritti di seguito.  

Solidarietà

L’Associazione si fonda sul principio della solidarietà reciproca tra i Soci. In base allo stesso principio i soci si impegnano nel lavoro volontario, donando gratuitamente il loro tempo senza ricercare alcun tipo di vantaggio personale.

Trasparenza

L’Associazione si attiene al principio della massima trasparenza nella gestione sia tecnica che economica del servizio; comunica regolarmente ai Soci le decisioni del Consiglio Direttivo e fornisce tutte le informazioni rilevanti per la vita associativa, fornisce alle famiglie tutte le informazioni riguardanti l’intervento, che  condivide anche con i Servizi Sociali e Sanitari e le Scuole.

Secondo lo stesso principio di trasparenza si reperiscono le risorse finanziarie necessarie, ad esclusivo interesse  dell’Associazione. Queste devono essere utilizzate secondo un criterio di buona gestione per fini conformi a quelli indicati nello Statuto.

Collaborazione  

L’Associazione riconosce il valore della condivisione degli strumenti e dei risultati del lavoro: stabilisce rapporti di collaborazione con Enti Pubblici e Privati, e  in particolare con altre Associazioni con analoghe finalità, per mettere in comune tutte le risorse utili a preparare per le persone con autismo una vita piena e dignitosa.

Efficienza ed efficacia

L’Associazione si impegna a lavorare garantendo l’efficacia e l’efficienza del servizio e per questo adotta tutte le misure idonee al raggiungimento degli obiettivi dichiarati.

Garantisce un intervento fondato sull’evidenza scientifica, con un costante monitoraggio e una periodica verifica dei risultati.

Rispetto della persona

L’Associazione garantisce il rispetto dell’integrità fisica e morale delle persone, in primo luogo dei fruitori del servizio, dei quali promuove la piena dignità. Assicura condizioni e ambienti di lavoro adeguati ed  applica ai propri dipendenti la legislazione ed i contratti di lavoro vigenti.

Partecipazione

L’Associazione si impegna a promuovere costantemente la partecipazione dei fruitori dei servizi alla fase progettuale e alla valutazione dei risultati. Collabora con professionisti e familiari fornendo informazione e formazione sull’autismo.

Riservatezza

L’Associazione si impegna a tutelare la privacy e la dignità delle persone, attraverso il corretto utilizzo delle informazioni personali e aziendali, nel rispetto della normativa vigente in materia.

La mission

La mission dell’Associazione, così come è definita nello Statuto, è realizzare i diritti e le pari opportunità per le persone autistiche, dedicando specificamente il proprio impegno agli  adulti e agli adolescenti nella transizione all’età adulta.

L’obiettivo da raggiungere in questa fascia di età è quello di una vita piena e dignitosa, possibilmente indipendente e comunque quanto più possibile autonoma. Perché si possano raggiungere questi obiettivi occorre sviluppare al massimo grado le potenzialità individuali, e offrire alla persona il migliore progetto di vita compatibile con i limiti imposti dalla sua condizione.

A questo provvede il servizio educativo – riabilitativo  offerto dall’Associazione presso il Centro Casadasè.

I destinatari del servizio

Il servizio è specifico per giovani di età superiore ai 16 anni, che frequentano gli ultimi anni della Scuola Media Superiore; è disponibile, valutata la loro compatibilità con la struttura,  ad accogliere ragazzi di età inferiore, fino a 14 anni. Accoglie anche adulti, già usciti dal percorso scolastico, che sono privi di una collocazione e necessitano di un progetto di vita.

Il servizio è realizzato presso il Centro Riabilitativo “Casadasè”, in via Giambologna 14, Firenze.

Il Centro Casadasè

Il Centro Casadasè è sede di un servizio per la riabilitazione intensiva rivolto a persone disabili  affette da Disturbi dello Spettro Autistico, adolescenti o adulti, che presentino un livello di disabilità coerente con le prestazioni offerte dal Centro. E’ gestito dall’Associazione Autismo Firenze onlus, in convenzione con l’Azienda Sanitaria di Firenze.

E’ aperto dal lunedì al sabato per 48 ore settimanali. Attualmente frequentano il Centro 32 ospiti. Gli orari di frequenza sono diversi: vengono stabiliti nel PEI e dipendono dalla programmazione del lavoro in relazione agli obiettivi fissati.

Il Progetto del Centro Casadasè

Il Centro Casadasè si propone come servizio dedicato all’abilitazione alla vita indipendente, e comunque al raggiungimento della massima autonomia possibile; l’intervento è  valido a qualunque età, ma è dedicato specificamente al momento di passaggio dall’età scolare all’età adulta.

E’ un servizio di transizione, che propone e realizza un percorso educativo (ri)abilitativo  individuale  finalizzato ad un concreto progetto di vita che si sviluppa in tutti i contesti (familiare, scolastico, lavorativo, sociale e ricreativo).

In ogni fase del lavoro, quindi,  si richiedono la comunicazione, il confronto e la collaborazione con tutti coloro che a vario titolo interagiscono con la persona, soprattutto  le famiglie, il cui ruolo è centrale nel progetto educativo.

L’approccio metodologico e le aree di intervento

L’Associazione, nella gestione del Servizio, si attiene alla definizione di autismo indicata nelle classificazioni internazionali (DSM 5 e ICD 11) e propone strategie di intervento basate sull’evidenza scientifica.

L’approccio metodologico segue le linee guida del Ministero della Salute (aggiornamento 2015)

rispetto ai Disturbi dello Spettro Autistico; si applica un sistema integrato di intervento fondato sui principi comportamentali con riferimento all’Analisi Comportamentale Applicata e alle strategie comportamentali   TEACCH.

Le aree di intervento interessano la persona nella sua globalità:

area dell’autonomia personale e abitativa, area cognitiva, area della comunicazione, area della relazione e delle abilità sociali, area lavorativa, area del tempo libero.

I servizi offerti      

valutazione

La Scala Vineland fornisce l’anamnesi e la descrizione dettagliata delle caratteristiche del soggetto dal punto di vista delle persone che meglio lo conoscono (genitori, familiari e operatori).

La valutazione funzionale viene eseguita con l’uso di strumenti specifici: EFI  o TTAP a seconda delle caratteristiche del soggetto. La valutazione è condivisa con la famiglia che la vede registrata nel corso della restituzione.

Tutti i ragazzi sono sottoposti alla valutazione informale prevista dal TTAP, che viene effettuata nel contesto di attività programmate all’interno del Centro. L’osservazione è accompagnata da una puntuale raccolta dati  sulle abilità e sul comportamento del soggetto,  l’elaborazione dei dati raccolti genera un curriculum,  cioè un profilo esauriente del  funzionamento lavorativo.

presa in carico con Progetto Educativo Individuale

Il PEI segue la struttura della valutazione funzionale, individuando obiettivi e strategie specifiche di intervento, area per area. E’ rinnovato annualmente e aggiornato costantemente in base ai risultati raggiunti. E’ concordato con la famiglia e condiviso con gli operatori di riferimento del soggetto.

interventi educativi  (ri)abilitativi mirati per aree

Gli interventi educativi sono realizzati in rapporto 1 a 1  e in piccoli gruppi in base agli obiettivi stabiliti per ognuno nel PEI. Ogni attività è accompagnata da una raccolta dati la cui elaborazione genera una rappresentazione oggettiva dell’andamento e dei risultati dell’intervento su ogni soggetto.

Le aree di intervento:

attività di vita quotidiana (cura della persona, cura della casa – pulizie- preparazione dei pasti- commissioni varie:  supermercato, edicola, fornaio, mercato rionale, Poste) queste attività hanno anche un’importante valenza cognitiva e valgono  come attività preprofessionali.

attività cognitive (lettura e comprensione del testo, nozioni di base di matematica, scrittura e composizione di testi, riconoscimento e utilizzo del denaro, informatica, lavoro d’ufficio).

Si lavora soprattutto, sia sul versante cognitivo che per l’abilitazione al lavoro indipendente, con materiale didattico originale, creato all’interno di Casadasè per i singoli utenti.

abilità sociali  in rapporto uno a uno, poi in piccolo gruppo ( conversazione, riconoscimento e gestione delle emozioni, apprendimento di comportamenti adeguati a diverse situazioni sociali)

laboratori a cadenza settimanale, alcuni con valenza prelavorativa (cucina, pasticceria, magazzinaggio, cura e distribuzione di libri, creazione di libri per bambini, musica, teatro)

 uscite regolari variamente finalizzate ( progetto Musei, visite, passeggiate, bar, cinema, pizzeria…)

vacanze estive

scuola di vita

In un appartamento concesso all’Associazione da Ferrovie dello Stato (Progetto Volontariato in Stazione), piccoli gruppi di ragazzi effettuano brevi soggiorni ( 36 / 48 ore) per verificare in ambiente naturale l’acquisizione delle abilità di vita indipendente.

Gli educatori che li accompagnano svolgono il ruolo di osservatori e raccolgono i dati utili all’aggiornamento dell’intervento educativo, garantendo al contempo la sicurezza e il supporto, se necessario.

parent training

Sono programmati incontri periodici dei genitori con il Supervisore per il parent training. L’Associazione mette inoltre a disposizione delle famiglie i locali e garantisce, a richiesta, la presenza degli educatori per incontri informativi e gruppi di auto aiuto.

consulenza scolastica, consulenza ad altre realtà, formazione

Il servizio di consulenza è offerto alle scuole e ai centri e/o servizi che ne facciano richiesta attraverso progetti costruiti ad hoc e condivisi.

La formazione viene organizzata e proposta a richiesta.

I criteri d’accesso

L’ammissione è subordinata alla congruenza della valutazione clinica con la mission del servizio.

Si forma una lista di attesa in base alla data di presentazione della domanda di ammissione.

Fermo restando questo ordine, l’ammissione è subordinata alla disponibilità dello specifico servizio previsto nel PEI.

 

I passaggi necessari:

Contatto preliminare (può venire dalla famiglia, dai Servizi Sociali o dal Servizio  Sanitario)

Valutazione funzionale del soggetto e restituzione alla famiglia

Riunione generale  (Servizi Sociali e Sanitari, famiglia) e presentazione della domanda di ammissione

Elaborazione del PEI

Condivisione del PEI con la famiglia e lo psichiatra di riferimento

Ammissione

Organigramma del Centro Casadasè

Responsabile per il servizio  dr. Paolo Rossi Prodi (USL Centro Toscana)

Responsabile legale per l’Associazione dr. Maria Carla Morganti

Coordinatrice dr. Mara de Iulio

Supervisore dr. Marilena Zacchini

6 Educatori Professionali

Gli educatori di Casadasè hanno una formazione accademica e una consistente esperienza pratica sull’autismo e sui diversi approcci metodologici, oltre a specifiche competenze nelle aree della valutazione, della comunicazione e dell’interazione sociale. Sono costantemente aggiornati attraverso la partecipazione a corsi di aggiornamento e perfezionamento; usufruiscono di  una supervisione tecnica e formativa per due giorni al mese.

 

Dove siamo

Associazione Autismo Firenze onlus – Casadasè, via Giambologna 14          50122 Firenze

Contatti

www.autismofirenze.org

info@autismofirenze.org

tel.: 055 4089345 – 349 8712477 –  348 8101445

Scarica la Carta dei Servizi in formato pdf