Una scacchiera nel cervello

Scacchiera Cervello

cover_9788866327936_1798_600Un romanzo delizioso, una boccata d’aria fresca. Come una lacerata famiglia di perdenti riesce a reinventarsi e a trovare un riscatto affettivo attraverso gli scacchi, il calcio e un pizzico di psicologia.

Il romanzo racconta la storia Vincent, ex calciatore sulla quarantina diventato allenatore di una squadra di ragazzini a Sedan, e suo nipote Leonard, tredici anni, affetto dalla Sindrome di Asperger.  Un libro che non solo fa star bene ma, a differenza dei più stereotipati libri consolatori, racconta prima di tutto una storia originale, scritta con grande eleganza.

Quando sua sorella parte affidandogli Léonard, il figlio tredicenne, Vincent si sente messo con le spalle al muro. In fondo è uomo solitario: ha rotto da tempo i ponti con la famiglia d’origine e non ama troppo i ragazzini, anche se di mestiere fa l’allenatore per la locale squadra di calcio giovanile. Come rapportarsi con quel nipote che rifugge ogni contatto e passa la notte a giocare a scacchi? E come reagirà Léonard nei confronti di quello zio sconosciuto, lui che al minimo gesto o parola imprevista va nel panico più assoluto? Una scacchiera nel cervello è la storia di un uomo che non si aspetta più niente dalla vita e le cui certezze, in seguito al miracolo di un incontro, stanno per andare in pezzi. Nel tentativo di tirare fuori dal suo isolamento un ragazzino che si rivela affetto dalla sindrome di Asperger, anche Vincent potrebbe aprirsi di nuovo al mondo.